L’importanza di un sito web aggiornato

Spesso capita di leggere un indirizzo di un sito web su qualche cartellone pubblicitario o all’interno di qualche email: quando finalmente ci decidiamo a visitarlo, la prima impressione è quella che conta.

 

Sezione news con articoli vecchi di mesi o addirittura anni, link non più funzionanti o pagine praticamente vuote: sicuramente la maggior parte dei visitatori, arrivata a questo punto, abbandona il sito e prosegue altrove con la sua ricerca.

 

Oggi il sito web, assieme ai Social Network, è uno dei principali canali utilizzati dal potenziale cliente per avere informazioni sul prossimo acquisto o più in generale riguardo ad un determinato prodotto o servizio.

 

Ci sono però ancora molte aziende prive di una presenza online, e questo per noi è come avere appeso all’entrata del proprio negozio un cartello con la parola “Chiuso”. Ci sono inoltre moltissime attività che hanno un sito web non aggiornato, e questo nel visitatore fa nascere il dubbio se quell’azienda esista ancora o sia magari chiusa, fallita o trasferita altrove.

 

Il sito web è la rappresentazione online dell’azienda: per questo motivo non aggiornarlo o non curarlo a sufficienza contribuisce a dare un’immagine per nulla professionale e poco disponibile verso il potenziale cliente. Spesso, parlando con i nostri Clienti, paragoniamo un sito web non aggiornato ad un commesso svogliato, maleducato e poco disponibile a darci le informazioni di cui avremmo bisogno.

 

Oltre ai motivi sopra citati, non bisogna dimenticare che la “freschezza” e la “genuinità” dei contenuti sono un parametro fondamentale anche per i motori di ricerca: un sito web aggiornato frequentemente si posiziona meglio ed ha quindi maggiore visibilità.

 

Lo scopo del sito web deve essere quello di far emergere un brand, un’azienda o un servizio: questo si ottiene in un primo momento dando tutte le risposte che l’utente cerca grazie a contenuti che non siano autoreferenziali, in modo da generare l’iniziale fiducia. Fiducia che sarà necessaria per ottenere, in seguito, la fidelizzazione del cliente; in particolare, il processo di fidelizzazione viene mantenuto proprio con l’aggiornamento continuo dei contenuti facendo sì che l’utente sia invogliato a tornare periodicamente a visitare il sito.

 

Per questo la realizzazione del sito web è solo il punto di partenza, e se non c’è un lavoro continuo sui contenuti, avere un sito web può diventare addirittura controproducente. In quest’ottica la scelta del CMS (Content Management System) è fondamentale e deve coniugare il rispetto dei requisiti tecnici con la semplicità e l’ergonomia, in modo da garantire la giusta libertà e consapevolezza di utilizzo.

 

Non vanno poi dimenticati i social network che contribuiscono, tramite il meccanismo del passaparola, a diffondere il brand online, creando un rapporto con il cliente quasi personale che aumenta la fidelizzazione. Anche in questo caso l’importanza del contenuto è evidente: un post interessante e ben scritto piace e viene diffuso dagli utenti sui social network. Non dimentichiamoci infine che i contenuti condivisi dagli utenti sui Social Network acquistano maggiore credibilità proprio perché non provenienti dal classico sito istituzionale, e quindi non autoreferenziali.

 

Per concludere: la chiave di successo di un buon sito sta nella sinergia che chi lo gestisce riesce a creare utilizzando tutti i canali disponibili, continuando a mantenerlo vivo in modo che l’interesse nei confronti del brand e dei suoi prodotti o servizi sia sempre alto da parte di utenti, clienti e lettori.