wordpress

Scegliere il tema WordPress giusto

WordPress è una web app nata per la gestione di blog e in seguito evoluta in un CMS (sistema di gestione dei contenuti) per la realizzazione di siti web.

Il punto di forza di WordPress è la possibilità di progettare e gestire il proprio sito senza la necessità di nozioni di programmazione e web design. Molti novizi però si lasciano prendere dal panico quando si tratta di scegliere un tema per il proprio sito. Basta una semplice ricerca per renderci conto dell’ampia scelta che ci si para davanti.

Tra migliaia di temi gratuiti e a pagamento quali sono le caratteristiche a cui dobbiamo stare attenti quando ci troviamo di fronte a questa scelta? In questo articolo potrai trovare diversi consigli per intraprendere la selezione del tuo tema con sicurezza.

 

L’ultimo aggiornamento

Il web non è un ambiente statico, ma un crogiolo in continua evoluzione. Gli script che ieri ci hanno aiutato a creare delle stupende funzioni, oggi potrebbero non essere più adatti. Ad ogni aggiornamento di WordPress, gli sviluppatori di temi, soprattutto quelli a pagamento, rilasciano update per assicurare la compatibilità dei loro prodotti.

Quando acquistiamo un tema, è buona norma controllare la data dell’ultimo aggiornamento per assicurarci che lo stato del prodotto sia costantemente monitorato dagli sviluppatori.

 

Plugin e compatibilità

Il vero potenziale di un sito targato WordPress è la possibilità di installare diversi plugin per ampliarne le funzionalità. Ci sono migliaia di plugin disponibili ma alcuni sono davvero indispensabili: Gravity Forms, Yoast SEO, W3 Total Cache.

Nel momento in cui ci apprestiamo ad acquistare un tema dovremmo controllare quali plugin stiamo per scaricare e quali plugin sono compatibili.

 

Responsive

Avere un sito responsive, per un’azienda, non è più una necessità, ma un obbligo. Si stima che negli ultimi anni la navigazione della rete attraverso dispositivi mobili sia più comune della navigazione desktop. Inoltre Google, nell’aprile del 2015, ha deciso di penalizzare i siti che non sono ottimizzati per tutti i dispositivi (il cosiddetto Mobilegeddon).

Trovare tra i temi di WordPress un sito non ottimizzato per la visualizzazione mobile è ormai praticamente impossibile. Quando selezioniamo un tema però è consigliato osservarne l’anteprima e il suo comportamento al ridimensionamento della finestra del browser. Alcuni siti, infatti, hanno delle transizioni più efficienti di altri.

 

Browser e compatibilità

Ogni web designer nella sua carriera ha dovuto lottare per le differenze di visualizzazione tra i diversi browser. Una lotta che negli ultimi tempi, per nostra fortuna, sta diventando sempre più facile.

I nostri utenti usano diversi tipi di browser. Questo è un dato di fatto. Il tema che abbiamo scelto sembrerà perfetto sul nostro schermo ma non è detto che la stessa cosa valga per gli schermi di tutti i nostri utenti.

Alcuni sviluppatori utilizzano sofisticati strumenti di compatibilità per assicurarsi che i propri prodotti siano a prova di browser. Ma nei casi in cui i test non siano stati eseguiti, toccherà a noi provare la qualità dei temi… anche su dispositivi mobili.

 

Traduzioni e multi lingua

Un gran numero di siti WordPress non è in lingua italiana. Potremmo dover creare un sito in lingua straniera o forse potremmo dover aggiungere delle traduzioni nel corso del tempo. Assicuriamoci che i temi che scarichiamo supportino i plugin multi lingua (come ad esempio WPML).

 

Compositori di pagina

I compositori di pagina o Page builders sono dei plugin che ci permettono di progettare delle pagine sfruttando delle interfacce facilitate (es. drag and drop). Molti temi premium di WordPress vengono venduti con dei compositori preinstallati. Alcuni sono sviluppati direttamente dagli autori del tema.

Usare questo tipo di plugin spesso riempie le nostre pagine di codice non necessario. Cambiare tema, o cambiare compositore, ci obbliga ad un lavoro di pulizia piuttosto corposo. Per questo, si consiglia di utilizzare i più comuni plugin di composizione (es. WP-Bakery). Un ottimo metodo è quello di comprare questi plugin separatamente e usarli per la progettazione di più siti.

 

Supporto clienti e recensioni

Un punto a sfavore dei temi gratuiti è l’assenza di un supporto garantito. Gli sviluppatori di temi a pagamento invece offrono in alcuni casi un supporto eccellente. Se incorriamo in problemi, grazie a questo servizio, possiamo chiedere ai creatori di un tema di venire in nostro aiuto. Per quel che riguarda la piattaforma Themeforest, per ogni tema acquistato avremo un supporto gratuito garantito della durata di 6 mesi.

Assicuriamoci però di aver selezionato un tema con un buon supporto e una buona documentazione. Per essere sicuri della nostra scelta possiamo sempre dare un’occhiata alle recensioni del tema, che in alcuni casi potrebbero addirittura strapparci qualche risata.

 

Se avremo controllato ognuna di queste caratteristiche con attenzione, dovremo solamente installare il nostro tema attraverso l’apposita proceduta nel back-office di WordPress. A questo punto saremo pronti per la progettazione del nostro sito!